plus minus gleich

Segui la Compagnia degli evasi su:

Sepolti vivi - Da: www.castelnuovomagra.com

E-mail Stampa PDF
Venerdì 05 Giugno 2009 08:11

 

Sepolti vivi - Memorie dalla Miniera  - è stato realizzato il Dvd tratto dallo Spettacolo Teatrale della Compagnia degli Evasi

 

L'Amministrazione Comunale di Castelnuovo Magra e la Compagnia teatrale degli Evasi, con il contributo della Regione Liguria,  Assessorato alle politiche del lavoro,  hanno realizzato un DVD con lo spettacolo teatrale dell’omonima compagnia, dal titolo: Sepolti vivi, memorie dalla miniera”.
Come noto l’opera teatrale rappresenta le vicende dei minatori che hanno lavorato all’estrazione della lignite presso le miniere di Luni,  rimaste attive a Castelnuovo Magra e  Sarzanello fino agli anni ’50.

In quegli anni le miniere per un territorio sostanzialmente agricolo come quello di Castelnuovo Magra, rappresentavano la principale attività economica. Ma le dure e spesso proibitive condizioni di lavoro, costate la vita a numerosi minatori nei troppo frequenti incidenti, divenivano motivo di proteste e battaglie sindacali e politiche.  Nell’immediato dopoguerra la crisi del mercato della lignite, conseguente all’arrivo di un nuovo prodotto combustibile  a basso costo chiamato “petrolio” portò fuori mercato l’attività estrattiva, e conseguentemente la proprietà deliberò la definitiva chiusura delle miniere della piana di Luni.

Per scongiurare tale chiusura, nel febbraio del 1953, ventuno minatori restarono per protesta  diciotto giorni consecutivi chiusi dentro le gallerie, guadagnandosi l’appellativo di “Sepolti Vivi” e destando, con questa forma di sciopero,  l’attenzione della stampa e del mondo politico nazionale.
Il tentativo fu vano e si concluse con la definitiva chiusura  delle miniere, che segnò la fine di un’epoca.

Da alcuni anni il Comune di Castelnuovo Magra sta compiendo un attento lavoro di recupero della vicende delle miniere di Luni. Nel 2005 fu presentato il volume di Giuseppe Passarino “LE MINIERE DI LIGNITE DELLA PIANA DI LUNI – duecento anni di vicende umane e minerarie in Val di Magra”, che tratta l’argomento con grande competenza scientifica, senza tralasciare l’aspetto umano e sociale delle vicende, raccontato nel volume attraverso le testimonianze dei minatori e delle cernitici di carbone ancora viventi.
La compagnia degli Evasi, con il sostegno dell’Amministrazione Comunale, ha successivamente prodotto uno spettacolo teatrale, intitolato appunto “Sepolti Vivi” portando su un palco teatrale  la vicenda delle miniere e in particolare quella della occupazione delle miniere del 1953.  Un lavoro teatrale di grande valore, storico, sociale e culturale che portò alla compagnia degli Evasi alcuni riconoscimenti a carattere nazionale:

Alla XIII edizione del Festival di Teatro di Castelfranco di Sotto (PI), uno dei più longevi concorsi di teatro della Toscana, oltre ad avere avuto una "menzione speciale" per Francesco Petacco (il narratore della storia), in quanto distintosi per la capacità interpretativa,  ha conseguito il premio come “Miglior Spettacolo”. Per la giuria castelfranchese, “il racconto emotivamente coinvolgente che tre eccellenti attori portano in scena è in realtà una pagina della storia di una Comunità”. I giurati, come si continua a leggere nella motivazione della vittoria, sono rimasti colpiti dalla “modernità con la quale viene proposta la vicenda” e dall’”interessante lavoro di ricerca storica dal quale è scaturito il testo”, oltre ad aver trovato “ottime le soluzioni sceniche e la scenografia”.

Mentre al Festival nazionale teatrale “San Martino” di San Miniato:

-premio del pubblico come "miglior spettacolo" a Sepolti vivi

-premio "Miglior regia" a Luca Bettocchi

-premio "Miglior attore" a Elena Mele.

Inoltre l’INAIL (Direzione regionale della Liguria)  ha incaricato la compagnia degli Evasi di effettuare alcune repliche dello Spettacolo Sepolti Vivi nell’ambito di un progetto regionale sulla Sicurezza nel Mondo del lavoro.

L’Amministrazione Comunale di Castelnuovo Magra ha ritenuto doveroso e importante che tale impegno teatrale non andasse disperso e che vicende così importanti della storia di Castelnuovo Magra e della Val di Magra,che hanno segnato le vite di moltissime famiglie, potessero essere tramandate alle generazioni future. Per questo motivo, grazie al contributo economico della Regione Liguria - Assessorato Regionale alle Politiche del Lavoro , ha prodotto 4.000 copie di un DVD con lo spettacolo stesso ed altre importanti testimonianze delle vicende storiche.

Il progetto ricopre un rilevante importanza dal punto di vista didattico, storico e sociale, in quanto, oltre ad  avvicinare le giovani generazioni ad una pagina importante della storia locale,  induce  lo spettatore ad una profonda  riflessione in merito ai temi sempre attuali della sicurezza sul lavoro e delle così dette “morti bianche”. Nei prossimi giorni è prevista la distribuzione gratuita del DVD alle famiglie castelnovesi ed agli studenti delle locali scuole.

 

L’Assessore regionale alle politiche del Lavoro

(Enrico Vesco)

 

Il Sindaco del comune di Castelnuovo Magra

(Marzio Favini)

 

Il responsabile relazioni esterne della compagnia teatrale “Gli Evasi”  

(Alessandro Vanello)         

Venerdì 05 Giugno 2009 08:11

 

Calendario spettacoli

lòò

Effettua il login



Da oggi puoi fare il login a nostro sito con il tuo account:

Newsletter

Per avere la possibilità di rimanere aggiornati sulle nostre attività basta compilare i seguenti campi: Ricevi HTML?

Sezione Download

Copioni (13)

Scegli un'altra lingua

Hanno visitato il sito in:

Utenti on line

 17 visitatori online

Segnalaci

Sito ufficiale della Compagnia degli evasi

Per inserire il nostro logo Copia e incolla il sottostante testo sul tuo sito o blog