Progetti

Mercoledì, Novembre 25 2009
Stampa

Matteo Rodolfi (in primo piano) e Massimo Luongo - Cabaret: L'Incidente

Negli anni Compagnia degli evasi si è impegnata con diversi spettacoli nel sociale, ambito in cui abbiamo lavorato prestando la nostra opera a diverse associazioni benefiche e di volontariato che, tramite le nostre rappresentazioni, sono riuscite a raggiungere i loro obiettivi.

Inoltre dal 2007 con "Sepolti Vivi memorie dalla miniera", il primo spettacolo della Compagnia ad argomento sociale, i registi, gli attori e gli sceneggiatori della compagnia hanno iniziato un lavoro sinergico teso alla realizzazione di opere in grado di raccontare agli spettatori frammenti  di eventi storici che rischiavano di essere perduti o dimenticati; da questo primo progetto, e seguendo gli impulsi che ci vengono dal pubblico, abbiamo continuato su questa strada realizzando la seconda opera tesa alla riscoperta di un altro frammento di storia, "Jacobs" il primo spettacolo teatrale mai realizzato sul mitico partigiano "tedesco" Rudolf Jacobs.

Oggi, al 4° anno del nostro progetto, l’affiancarsi di Sepolti Vivi a Jacobs, nostro secondo progetto, ci rende particolarmente orgogliosi all'evidenza che questa convivenza nel tempo è resa possibile solo grazie alle continue richieste del pubblico che sempre più numeroso ci segue e ci sprona a continuare in questa direzione.

Negli anni Compagnia degli evasi si è impegnata con diversi spettacoli nel sociale, ambito in cui abbiamo lavorato prestando la nostra opera a diverse associazioni benefiche e di volontariato che, tramite le nostre rappresentazioni, sono riuscite a raggiungere i loro obiettivi.

 

Inoltre dal 2007 con Sepolti Vivi, il primo spettacolo della Compagnia ad argomento sociale, i registi, gli attori e gli sceneggiatori della compagnia hanno iniziato un lavoro sinergico teso alla realizzazione di opere in grado di raccontare agli spettatori un frammento della nostra storia che rischiava di essere perso; da questo primo progetto, e seguendo gli impulsi che ci vengono dal pubblico, abbiamo continuato su questa via realizzando la seconda opera tesa alla ricoperta di un altro frammento della nostra storia: Jacobs.

 

Oggi, al 4° anno del nostro progetto, l’affiancarsi di Sepolti Vivi a Jacobs, nostro secondo progetto, ci rende particolarmente fieri perché questa convivenza nel tempo è resa possibile solo grazie alle continue richieste del pubblico che sempre più numeroso ci segue.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 19 Ottobre 2011 11:53